Capaci 3


Processo per la strage di Capaci
Corte d’assise di Caltanissetta
Audizione di Gioacchino Genchi e Luciano Petrini
Udienza dell’ 8 gennaio 1996


[...]
§P.M. dott. TESCAROLI§: - Potete specificare se vi siano state manomissioni di supporti informatici in uso al dottor Falcone? Nell'affermativa indicate quali e, ove possibile, l'epoca delle stesse.
§TESTE PETRINI§: - Allora, abbiamo riscontrato, diciamo,  alcune anomalie con riferimento ai seguenti.. ai seguenti temi: dunque, alcuni file risultavano, sono risultati ad un primo esame registrati con una data successiva alla morte del dottor Falcone, in realta' questi files erano, come dire, dei documenti, erano dei testi di dati con un programma di nome Wordstar; relativamente a questi oggetti abbiamo riscontrato che , nonostante la data risultasse successiva alla morte del dottor Falcone, in realta' il contenuto era integro, era originale, che' e' stato riscontrato con analoghi files presenti sui floppy di backup del dottor Falcone stesso; evidentemente l'operazione probabilmente, l'operazione di aggiornamento di questi files, e' stata causata da una modalita', diciamo, con la quale si era usciti dal programma Wordstar, che evidentemente era stato utilizzato dalle persone che in prima battuta hanno esaminato questi files, tale per cui pure non effettuando delle manipolazioni sul contenuto degli stessi pero' il programma generava automaticamente un salvataggio del file stesso, che dava luogo ad un aggiornamento della data.
[...]
§P.M. dott. TESCAROLI§: - Proseguiamo nell'elencazione delle anomalie, delle manomissioni riscontrate.
§TESTE GENCHI§: - Si', le anomalie riguardavano tanto il personal computer, custodito e sequestrato presso l'Ufficio della Direzione Generale degli Affari Penali - Roma - Ministero di Grazia e Giustizia, tanto sui floppy disk, sequestrati negli stessi luoghi, tanto sul personal computer Compact, sequestrato in epoca successiva al primo sequestro, negli stessi Uffici della Direzione Generale degli Affari Penali, tanto nel computer Toshiba rinvenuto dalla famiglia in epoca successiva alle prime ricerche in via Notarbartolo, tanto nei prodotti programmi che in questi supporti, in questi sistemi informatici erano installati. Altre anomalie sono state rinvenute nel databank Casio, si tratta di un prodotto informatico portatile, un'agendina portatile della Casio, che e' stata trovata totalmente cancellata, cioe' non conteneva alcun dato. Di questo stesso databank, che aveva la predisposizione per l'espansione di memoria con una ram - card esterna, cioe' una carta che era in condizioni di contenere fino a 64 Kilobyte, non e' stata rinvenuta la ram - card; della stessa calcolatrice non e' stato rinvenuto il cavetto di collegamento al computer che, sicuramente, il dottor Falcone aveva, in quanto su un computer, di quelli che ho teste' elencato, e' stato rinvenuto il programma per il trasferimento dei dati e per la gestione dei dati degli anni precedenti, mi pare il '90, '89 - '90; mentre il '91 - '92 era in linea. Quindi questa scheda elettronica ram - card non e' stata rinvenuta, non e' stato rinvenuto il software, come dicevo, il databank e' stato rinvenuto totalmente cancellato e i supporti, che ho appena elencato e che l'ingegner Petrini ha descritto, sono stati rinvenuti negli stessi luoghi, in tempi e con modalita' diverse da diverse Forze di Polizia.
§P.M. dott. TESCAROLI§: - Quali spiegazioni potete fornire in ordine alle anomalie evidenziate, ad eccezione di quelle inerenti le editazioni dei files in epoca successiva alla morte del dottor Falcone, per la quale gia' avete fornito una spiegazione?
§TESTE GENCHI§: - L'apertura, l'aggiornamento e la chiusura dei files in epoca successiva e' un'operazione estremamente evidente, avuto riguardo anche al contenuto dei documenti. Questo tipo di operazione da' la certezza, certifica che sicuramente vi e' stata un'attivita' materiale di verifica, di ispezione su quei sistemi e sui supporti informatici; per cui, a questo punto, secondo quelli che sono proprio i limiti che l'informatica offre alla ricostruzione delle attivita' che su un sistema, su un supporto si verificano, e' possibile risalire solo all'ultimo tipo di operazione, sia essa di modifica, sia essa di editazione, sia essa di cancellazione. Quindi, la spiegazione causale di queste anomalie, in termini generali, e' molto difficile poterla ricondurre nel novero della verosimiglianza; noi possiamo solo dire che ci sono stati degli interventi, che quegli interventi hanno riguardato pero' dei documenti che in effetti non sono stati per nulla modificati; poi per il resto, purtroppo, non e' stato possibile verificarlo. Mentre invece, per quanto riguarda il databank Casio, grazie all'ausilio della casa madre, della produttrice Casio e della rappresentanza ingegneristica in Italia, si e' riusciti con un'attivita', che e' stata eseguita su Milano, guidata e diretta direttamente dal P.M. che si e' spostato in quella sede, a ripristinare il contenuto di quanto era stato precedentemente cancellato; cioe' noi per quel supporto siamo in condizione di stabilire che sicuramente era avvenuta una cancellazione totale dei dati e i dati cancellati sono stati totalmente rigenerati.
§P.M. dott. TESCAROLI§: - E' possibile stabilire in quale epoca siano stati cancellati?
§TESTE GENCHI§: - L'epoca e' verosimile successiva alla strage, in quanto il Magistrato assassinato aveva annotato alcune attivita' coincidenti, contemporanee alla data dell'attentato e aveva, addirittura, annotato degli impegni successivi al 23 maggio '92, e piu' precisamente al giugno dello stesso anno; quindi, e' da ritenere che l'operazione di cancellazione, la perdita dei dati, chiamiamola in questi termini un po' generici e astratti, sia avvenuta sicuramente dopo la editazione di quegli stessi dati che poi sono stati cancellati.
[...]
§P.M. dott. TESCAROLI§: - Lei sa indicare chi abbia consegnato questo supporto informatico?
§TESTE GENCHI§: - Questo reperto, unitamente al personal computer Toshiba, mi fu esibito per la prima volta presso i locali della Procura Generale di Palermo, da un Sostituto, il quale mi disse in quell'occasione che erano stati consegnati dalla famiglia che li aveva trovati in via Notarbartolo, nella vecchia residenza palermitana del dottor Falcone.
§P.M. dott. TESCAROLI§: - Trovati in epoca antecedente o susseguente all'effettuata ispezione?
§TESTE GENCHI§: - No, in epoca susseguente alle ispezioni; in epoca di gran lunga susseguente alle ispezioni.
§P.M. dott. TESCAROLI§: - E' in grado di collocarlo temporalmente il fatto?
§TESTE GENCHI§: - Siamo sicuramente prima del conferimento dell'incarico di consulenza, intorno giugno. Io ricordo il particolare, che sollevo' l'attenzione della Procura della Repubblica di Caltanissetta, sui diari, sui supporti informatici di Falcone coincidenti, pressappoco, con la pubblicazione di alcuni articoli di stampa, della giornalista Liana Milella, sul Sole 24 Ore.
§P.M. dott. TESCAROLI§: - E con riferimento al mancato rinvenimento della scheda elettronica ram - card, quali spiegazioni potete fornire?
§TESTE GENCHI§: - Io posso testimoniare per certo, indipendentemente dalla consulenza, che il dottor Falcone possedeva e utilizzava la scheda ram - card, in quanto, insomma...
§P.M. dott. TESCAROLI§: - E questo come fa a dirlo?
§TESTE GENCHI§: - Lo so perche' l'ho visto, perche' piu' volte l'ha utilizzata in mia presenza e perche' lui stesso, nella sua agenda elettronica, e coi dati che abbiamo rinvenuto e che sono agli atti della consulenza, aveva annotato di sostituire la batteria della ram - card; questa scheda, avendo una memoria autonoma ed essendo permanentemente alimentata, ha la necessita' di avere sostituita la batteria; lui aveva annotato in una pagina dell'agenda, molto preciso com'era, che a quella data avrebbe dovuto sostituire la batteria della ram - card. Questo dimostra e certifica che il dottor Falcone possedeva la ram - card, che non e' stata rinvenuta.
[...]
§P.M. dott. TESCAROLI§: - Quindi escludete l'accidentalita' della cancellazione?
§TESTE GENCHI§: - L'accidentalita' si esclude da se', perche' se ci fosse stata accidentalita', oggi noi non avremmo il recupero del reperto 101 completo, avremmo semplicemente una relazione che poteva anche stabilire la causale tecnica dell'accidentalita'. Tranne che il dottor Falcone non sia stato piu' in condizione di utilizzarla, abbia premuto, non uno, ma tutta una sequenza di tasti e di conferme, tali da cancellare di volta in volta il contenuto dei singoli archivi; e guardi che e' un lavoro piuttosto complesso, perche' non e' che si cancella con un solo tasto, sarebbe dovuto entrare di volta in volta in ogni archivio, e cancellarlo.


Questo e altri documenti su:  http://www.falconeborsellino.net

Commenti