24/06/16

[testimonianze] Garibaldi -12-

I due ripartono. Luca si ferma dopo poche pedalate e osserva l’auto allontanarsi lentamente.
È in ritardo, lei lo aspetta ai gradoni vicino al parco. Luca mette più forza nei pedali e pensa che potrà offrirle qualcosa con i soldi che ha in tasca e magari anche baciarla dopo che avranno finito di studiare. I libri! Cazzo si è dimenticato dei libri. Eppure li aveva preparati non appena aveva spento il pc. Dopo aver chiuso con lei, prima della doccia. Ormai non c’è più tempo. È tardi per tornare indietro. Si ferma ancora un attimo per un rapido controllo. Non sembra che si sia sporcato quando è caduto. Non è neanche sudato (dà un controllo alle ascelle), anzi la pelle profuma ancora di sapone. Riprende allora a pedalare, ma poi si ferma nuovamente per controllare l’orologio del campanile. Manca ancora un’ora. Eppure pensava di essere in ritardo. Ci vorranno massimo dieci minuti a raggiungere il parco. Decide di fermarsi in un bar, uno di quelli fighi in centro. Ordina una coca e si siede a un tavolino. Il liquido è fresco al punto giusto, il cameriere porta anche dei salatini.
La città è in pieno movimento, Luca guarda la gente correre, parlare, fermarsi davanti alle vetrine ma quello schermo è come se fosse uno sfondo indistinto all’immagine di lei. Ti sei innamorato Luca? si chiede e sorride e dice sì, lo ripete, vorrebbe urlarlo ma non può. Ma cosa ne puoi sapere tu di amore? Sei un ragazzino si dice ancora ma nulla può fargli cambiare idea e ripensa al primo bacio dato per gioco all’imbarazzo e alla sorpresa e poi a quella che era stata la prima morosa che gli amici suoi e di lei avevano fatto tutto chiudendoli in una stanza per più di un’ora e loro avevano finito per cedere anche solo per fare un favore a quelli là. E poi invece non cera stato più nulla ed era arrivato a metà liceo che sembrava che le ragazze non esistessero. E invece. Era arrivato come nei film che tutto aveva avuto una sua logica e preso forma: la luce che li illuminava attraversando il getto della fontana e loro due che improvvisamente si guardavano come se non si fossero mai conosciuti e gli Of Monsters And Men e Love Love Love. Lui aveva avvicinato le sue labbra a quelle di lei, ma non si erano baciati.
Luca canticchia la canzone e dal portafoglio prende i soldi necessari per pagare, poi si rialza e riprende la bici. Dalla tasca cadono per terra cento euro.

2 commenti:

  1. Una catena di personaggi legati l'uno all'altro dal caso dell'apparire insieme nella stessa vignetta. Oggi ho recuperato gli arretrati, ti seguo.

    RispondiElimina