Corteo


Accussì accumenciu a camminari
stancu, senza chiù sogni a dari,
quannu all'improvviso viru na fantasia:
sutta na bannera svintulia,
in menzu a tanti autri, na picciridda
pari russu ciato, poesia,
sta niciula cusidda.
Persa felice ne so cosi,
na stu ventu, ioca ignara 
d'ogni inutili turmentu.
Continuo allora chiù leggero ad avanzari.
"Quannu a vecchia spiranza sicca
un ciuri novu arriva"
chista, mi ricu, è la liggi do campari.

Fonte immagine: Pandora &  Zeuz

Commenti