Michelino e Filippo

Filippo tu non devi ridere. Non è che perché sto diventando vecchio accumencio a rimbambire. Certo ne dico di minchiate ma come a tutti mi pari e se ti dico che avi un misi che dentro la mia casa ci sono questi rumori non è che è perché sono diventato impressionabile o chennesoio.
Accuminciano giusto un misi fa ti ricu. Te lo ricordi? E’ stato il giorno ca vinni la polizia ad arrestare a Michelino linglisi. Era amico tuo no? So mugghieri mi rissi che eravate sempre in giro insieme che tu ci stavi insegnando u misteri. U sacciu! U sacciu! Ti è dispiaciuto assai. Non te la pigghiari però se ti dico che io anche se abitava a fianco di casa mia non ci parravo  assai con quel caruso che mi dava fastidio quella cosa che vaviava in continuazione  e che per farci una discussione ci vuleva ancirata.
Comunque  ti dicevo accumincianu quel giorno i rumori. Quel giorno che i poliziotti ci cercavano la droga ma non lhanno trovata a sò casa e però su puttano u stissu che ciavevano fatto il film con la telecamera e  il giudice diceva che cerano le prove.  Una para di giorni prima a dire il vero io avevo sentito ritornando dalla spisa che stavo aprendo la porta un colpo a sicco come una martellata ma forse non centrava niente che poi invece dal giorno dellarresto i rumori sono arrivati. Ed erano è sono come quando acchiana il cafè  dalla cafittera che borbotta ma senza ciauru però. E alle volte poi più forte si sentono. Come quando manca lacqua e le tubature pari che cianno a  tussi.
Io allinizio non ci ho dato tanto peso. E che sarà mai pensavo. Una mia impressione.
E invece questi rumori hanno  continuato che non cera orario o duminica.
Accuminciai allora a taliare le tubature. A seguire il percorso. Appoggiavo lorecchio al muro al pavimento e però non succedeva niente  che lunica cosa che sentivo erano la genti ca  futtuva o litigava e Iano macari dal piano di sutta che russava come a un treno. Che per sentire a quello però non cera nemmeno bisogno di stare così attento.
Allora ogni tanto ho provato anche a staccare la luce che forse erano i fila che facevano contatto ho pensato e però quelli i rumori stavano muti non si facevano sentiri in quel momento e poi invece riprendevano quando non me li aspettavo più come se lo facessero apposta. Uno scherzo.
E’ per questo che te ne ho parlato che tu le case le fai. Che la muratura è il tuo mestiere. E allora può essere che di sicuro ne sai chiù di mia. Cosa? Crepe? Non mi pari! Certo quannu ci fu u terremoto cascau qualche cosa ma sautau solo l’intonaco dal muro  che con due colpi di scupa  tutto era pulito.
Aspetta. Aspetta. Ora che mi ci fai pinsari cè stato che nella stanza da letto da un pò cè più polvere ma mi veni nella testa solo ora che me lo dici tu. Sì! Sì! Ciai raggiuni! E' proprio attaccato alla stanza di letto di Michelino. Ciavi larmadio anche lui supra a quella parete che io lo so che quando quello fici il trasloco lanno scorso laiutai tannicchia con qualche scatolo. Chiddici ce la facciamo a spostare l’armadio? Cosa? Ti basta sulu virirlu? Ok! Perfetto! Allora se è così ne approfitto che io  mi sono ricordato che ciò una commissione importantissima. No! Non ti preoccupari! Mi fido! Ti lassu a casa libera che ho capito che tu mi puoi aiutare! Na menzurata e torno! Ti lassu ca allura. Grazie Filippo! Grazie!


Scritto "in recupero" per l'EDS - Cos'è questo rumore?  proposto a inizio anno da  La Donna Camèl

Commenti

  1. Ma dai, è troppo simpatico!

    RispondiElimina
  2. Cercavo un po' di leggerezza, le ultime cose forse non lo erano affatto :-)

    RispondiElimina
  3. Meno male che hai recuperato :-)

    RispondiElimina

Posta un commento