Post

[Alfredo] aro titano -rev1-

Intrappolato nel piccolo bagno di casa Alfredo non sa bene cosa fare. L’aria è calda e umida. Sul tubo della doccia qualche goccia d’acqua si condensa per scivolare subito via. Lui, nudo, è seduto sul vaso. Ha dimenticato le mutande nell’altra stanza ma la porta non ha voluto cedere ai suoi strattoni e il bagno è cieco, nessuna possibilità di fuga.
“Che strano dire cieco” pensa Alfredo e chiude anche lui gli occhi come a voler solidalizzare con l’ambiente. Riapre gli occhi e si guarda in giro, se fosse costretto a rimanere lì non potrebbe neanche vestirsi, ha lasciato tutto nelle altre stanze. Al massimo qualche asciugamani, l’accappatoio appena lavato che ancora profuma di qualcosa che Alfredo non sa bene identificare, ma che gli risulta piacevole. Improvvisamente lo assale il pensiero di rimanere lì per sempre.
“Chissà se è possibile mangiare il dentifricio” fantastica, ma poi scarta l’idea e dice a se stesso che potrebbe accontentarsi dell’acqua per il tempo necessario, prima di e…

[Alfredo] aro titano

Ciambella di ricotta

Paoletta

Butterfly

silenzi

Agnosia

sognando

Charlas

[Alfredo] a portata di mano

memento

[Alfredo] condividere

[Alfredo] assenze