Illusioni, seduzioni e trucchi

La seduzione è sempre frutto di un’illusione. Lo sanno bene gli uccelli giardinieri che per sedurre le femmine costruiscono complesse strutture, simili a pergolati, costituite da una galleria con le pareti e il pavimento fatti di pagliuzze intrecciate che termina in una corte di conchiglie, ossa e ciottoli di colore grigio (collettivamente definiti “gesso”) disposti in modo tale da creare un’illusione ottica che renda più grandi gli oggetti al suo interno. [...]

La geometria delle corti è quella, spiegano i ricercatori, che crea l’illusione. I componenti del gesso vengono infatti disposti secondo uno schema preciso: quelli più piccoli a ridosso dell’uscita della galleria e sempre più grandi man mano che ce ne si allontana. La disposizione del gesso in ordine crescente di dimensioni fa sembrare invece gli oggetti che lo compongono tutti della stessa misura, creando un’illusione ottica, detta di “prospettiva forzata”, la quale si verifica ogni volta che la relazione naturale tra la distanza di un oggetto e la sua dimensione è violata. Questo fa sì che a un osservatore che si trova nella galleria la corte appaia più piccola e dunque gli oggetti che vi si trovano, più grandi.

Tale effetto viene sfruttato dal maschio di uccello giardiniere, che durante il corteggiamento mostra alla femmina piccoli oggetti colorati, come frutti o fiori, i quali appaiono più grandi a causa dell’illusione, nonché risaltano sullo sfondo grigio uniforme del gesso, catturando più a lungo l’attenzione delle femmine. I maschi impiegano ore nella costruzione della corte, tali sforzi vengono tuttavia ripagati: il successo di accoppiamento degli uccelli giardinieri maschi sembra infatti avere una diretta relazione con la loro capacità di creare illusioni ottiche. Le femmine infatti, dopo aver visitato vari nidi così costruiti, tendono in effetti a prediligere per l’accoppiamento quei maschi i cui pergolati producono le migliori illusioni ottiche.

Fonti:
"Illusioni ottiche per sedurre il partner" da Galileo Giornale di scienza
"Gli uccelli giardinieri e l'arte della seduzione" da National Geographic Italia

Commenti

  1. Foto bellissima e post molto interessante.
    Notevole l'adattamento di questi uccelli che utilizzano anche i tappi delle bottiglie.

    RispondiElimina
  2. Mi vengono in mente talmente tanti doppi sensi pornografici che mi sto zitta se no sciupo tutta la poesia :D

    RispondiElimina
  3. @MM se scorri le foto vedrai che utilizzano anche i sodatini :-)

    @LDC sono sempre interessato ai doppi sensi :-P

    RispondiElimina

Posta un commento