Sui quaderni

Sui quaderni
geometriche farfalle
chiudevano fatiche.
Colorati fiocchi di neve
le accompagnavano, a volte,
in pianti ed incubi.
Lentamente s'arrivava alla festa,
cantando,
scrivendo e sperando
in regali.
Mai quelli giusti.
Il treno, i pedali, i cowboy, gli indiani
sfumavano in un rosso di lana
eppure bastava
serviva ai giochi più belli
che continuo a giocare.

13 Dicembre 1999

Commenti

  1. "Il treno, i pedali, i cowboy, gli indiani
    sfumavano in un rosso di lana
    eppure bastava
    serviva ai giochi più belli
    che continuo a giocare"

    In abbraccio, Amico

    RispondiElimina
  2. dario, che malinconia...
    come straniante è stato ascoltare a casa di un'amica "madama dorè". te la ricordi? fa così:
    - Oh quante belle figlie, Madama Doré, oh quante belle figlie.
    - Son belle e me le tengo, Scudiero del re, son belle e me le tengo.
    - Il re ne domanda una, Madama Doré, il re ne domanda una.
    - Che cosa ne vuol fare, Scudiero del re, che cosa ne vuol fare ?
    - La vuole maritare, Madama Doré,
    la vuole maritare.
    - Con chi la maritereste, Scudiero del re, con chi la maritereste?
    - Col principe di Spagna, Madama Doré, col principe di Spagna.
    - E come la vestireste, Scudiero del re, e come la vestireste?
    - Di rose e di viole, Madama Doré,
    di rose e di viole.
    - Prendete la più bella, Scudiero del re, prendete la più bella .
    - La più bella l'ho già scelta , Madama Doré, la più bella l'ho già scelta.
    - Allora vi saluto , Scudiero del re, allora vi saluto.

    io e questa mia amica, che aveva riportato in auge il mangiadischi giallo per il figlioletto di pochi mesi, e appunto lo stava spupazzando su e giù ed entrambe cantavamo, siamo rimaste così, alla fine, silenziose e meditabonde, perché in quella filastrocca, noi bambine, s'immaginava, si sognava, quello che sarebbe stato il nostro matrimonio: di rose e di viole. io, in realtà, mi son ricordata, volevo i mughetti. poi non ci siamo sposate, e anzi non consideriamo il matrimonio qualcosa che ha molto a che fare con noi, però quel pomeriggio abbiamo ritrovato due bimbine che invece sì, a quanto pare ci tenevano assai... :)
    poi c'è quel "allora vi saluto" finale, un po' liquidatore, che ci ha fatto tornare al presente e sorridere.

    RispondiElimina
  3. Ho ancora, non so dove, i dischi dello zecchino ottenuti con i formaggini :-)... la malinconia rivela e confonde, e le principesse son belle finché tali restano (come i principi peraltro) ;-)

    RispondiElimina

Posta un commento