Kurt Vonnegut, scrivere storie brevi


1 – Utilizza il tempo di un perfetto sconosciuto in modo che lui o lei non senta di averlo sprecato.
2 – Da’ al lettore almeno un personaggio per cui possa fare il tifo
3 – Ogni personaggio dovrebbe volere qualcosa, anche soltanto un bicchiere d’acqua.
4 – Ogni frase deve fare una di queste due cose: mostrare un personaggio o far andare avanti la storia.
5 – Inizia il più vicino possibile alla fine.
6 – Sii sadico. Non importa quanto dolci e innocenti siano i tuoi personaggi principali, fa’ che accadano loro cose tremende così che il lettore possa vedere di che stoffa sono fatti.
7 – Scrivi per dar piacere solo a una persona. Se apri una finestra e fai l’amore con il mondo, per così dire, la tua storia si prenderà una polmonite.
8 – Da’ ai tuoi lettori la maggior parte di informazioni il prima possibile. Al diavolo la suspense. I lettori dovrebbero avere una comprensione talmente completa di quel che sta succedendo, dove e perché, da poter finire la storia da soli, nel caso gli scarafaggi mangiassero le ultimissime pagine.

Kurt Vonnegut 

Fonte: Il Post

Commenti

  1. Ella miseria, ma com'è brutale!

    RispondiElimina
  2. La numero sei è quella che ci ripeteva sempre Cognetti, adesso te la rubo :-)

    @Melusina: e poi dicono di me!

    RispondiElimina
  3. stavo per dire che non mi piace e che non sono d'accordo su niente, invece il finale è grandioso!
    :-)
    sono ancora qui che sto ridendo, vorrei averlo scritto io
    (ne approfitto per gli auguri, e ormai un altro anno scolastico è passato...)

    RispondiElimina
  4. :-) Sì, ci siamo quasi. Tanti Auguri anche a te :-)

    RispondiElimina

Posta un commento