[condomini emiliani] asteroidi

Aieri maccattai il telefono. Uno di quelli nuovi che dentro ci sono tutte le persone.
Ammia a dire il vero non mi sivveva assai ma Vincenzo ha insistito tanto. Lui dice che si risparmia. E poi cera lofferta macari.
Quando lho pigghiato mi hanno dato anche la scheda che ce la ho messa dentro e subito era già carico e funzionava. Poi mi sono fatto spiegare.
Per farmi contento Vincenzo mi ha detto che quando voglio mandarci un messaggio una cosa importante ma anche una minchiata se voglio una cosa qualsiasi insomma io non pago nenti. Devo solo mungiri dove cè scritto uozzappi e poi scrivere alla sua foto. Così abbiamo fatto le prove che lui è andato in una parte del supermercato e io in unaltra e alla fine ci sono riuscito a fare questa cosa che però lo stesso mi è sembrata una minchiata. Cioè a essere precisi mi pareva come quando da nichi ciavevamo i uochitochi che mi ricordo che ciabbiamo passato chiossai di una estate prima di sfasciarli. Ma è passato tanto tempo e ora semu ranni.
Vincenzo ci ha messo dentro anche le foto della gente che conosciamo che così lo so a chi telefono e poi mi ha messo ammia macari lì dentro anche se io tannicchia mi canusciu.
Lui mi ha fatto anche vedere che ci sono tanti posti dove si parrunu e scrivono tutti che poi però la sapevo già questa cosa che lhanno detta macari alla televisione. La cosa che mi è piaciuta chiossai dentro a quellarnese è quella dove trovi le strade. Forse perchè io mi perdo sempre. Arrivato a  casa infatti ci ho giocato tannicchia che ci mettevo un nome a caso e vedevo tutta le vie che dovevo fare. Poi mungi cà e mungi dà il telefono ha smesso di funzionare e allora lho abbiato sopra al divano e mi sono affacciato al balcone.
Era nuvoloso e io nella mia testa ho sperato che oggi cangiava perchè hanno detto che deve passare una petra tra la luna e la terra. Una petra gigantesca che però non cè pericolo e si può anche vedere. A mia quando lho sentito mi è tornato in testa quando facevamo le cacce con le fionde. E allora ho subito pensato che forse cè una grossa zazzamita alla fine del cielo e ho avuto pietà per lei che magari non lo sapeva che stava per moriri. O forse ci sarebbe solo saltata una zampa e noi ce ne saremmo accorti che la notte sarebbe addivintata tutta russa di sangue.

Commenti

  1. mi piacciono i condomini ahhh se mi piacciono!

    RispondiElimina
  2. @B. preciso di non aver mai usato fionde contro animali di ogni tipo :-)

    @Simonetta! :-) Bentornata :-)

    RispondiElimina
  3. Tanto tanto tanto miraco.lo.so scritto anche da...
    ri de re! :D
    Con “uozzappi“-miracolo che mio nipote adora.
    Il miracolo (altro) é che l‘ho letta al nipote ed ha riso anche lui.
    Il miracolo TOTALE ;) sarebbe poi,se ‘sti infernali “cosi“ dovessero definitivamente scassarsi,riprendersi tutto e se stessi ....miracolo é che c‘é tutto un mondo (vero e profumato) che sta
    sempre là...:) le nuvole,il mare,uno spicchio di luna...l‘amica che ti incontra e ti racconta i suoi guai...l‘amico che ti cambia una gomma...:) Le fionde...:)))
    ciao.(piaciura assaiassà!)
    gi.lon

    RispondiElimina

Posta un commento