Interdipendenza


In questi sogni che muoiono
sopravvive il bisogno di una
O
da colorare,
di un amore qualunque, rubato, inventato,
andato a male.

No, non c'è paura, no,
e neanche importa il non poter respirare.

Forse accettazione allora,
se penso a quando, lento,
sugli scogli del tempo s'inerpica
l'altrui ragionevole sale
e non si può fermare.

16 Marzo 2003


Fonte immagine : Blanca

Commenti

  1. Anche questa è bellissima! Ti leggo sempre :)

    RispondiElimina
  2. firmato: La Donna Camèl (ho pasticciato con i pallini da cliccare :)

    RispondiElimina
  3. Due commenti al posto di uno :-) Sei sempre gentile B. :-)

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  5. che bella questa poesia......ti spiace se la pubblico sul mio blog??? ovviamente al fondo metto che il tuo sito....non la spaccio x mia......cmq, nel caso volessi venirmi a trovare, il mio blog è
    http://cid-96c697aa71e03aeb.home.services.spaces.live.com
    grazie in anticipo......e tornerò a leggerti.....ciau ilaria (Torino)

    RispondiElimina

Posta un commento