Per un gioco sulla letteratura: 10 citazioni, 10 autori, 10 immagini

CITAZIONI:

In fondo si scrive per colmare qualcosa che non abbiamo, e più si scrive d’amore e meno ne sappiamo; d’altronde anche i cani vanno a ululare alla luna perché non capiscono cosa sia.”
Claudio Baglioni

La parola scritta m’ha insegnato ad ascoltare la voce umana, press’ a poco come gli atteggiamenti maestosi e immoti delle statue m’hanno insegnato ad apprezzare i gesti degli uomini. Viceversa, con l’andar del tempo, la vita m’ha chiarito i libri.
Marguerite Yourcenar


“Non sono un venditore di farmaci. Sono uno scrittore.
- E cosa le fa credere che uno scrittore non sia un venditore di farmaci?”
Kurt Vonnegut

Chi veda soltanto una coda, facendo astrazione dal mostro a cui essa appartiene, potrà stimarla per se stessa mostruosa. Bisognerà riattaccarla al mostro; e allora non sembrerà più tale; ma “quale dev’essere", appartenendo a quel mostro. «Una coda naturalissima».”
Luigi Pirandello


Alice cominciava a essere assai stanca di starsene seduta accanto a sua sorella sulla riva del fiume senza avere nulla da fare: una volta o due aveva dato un’occhiata al libro che la sorella stava leggendo, ma non aveva né figure né dialoghi, «e a che cosa serve un libro», pensò Alice «senza figure e dialoghi?»”
Lewis Carroll


La letteratura non è nata il giorno in cui un ragazzo arrivò gridando al lupo al lupo, uscì di corsa dalla valle di Neanderthal con un gran lupo grigio alle sue calcagna: è nata il giorno in cui un ragazzo arrivò gridando al lupo al lupo, e non c’erano lupi dietro di lui. Non ha molta importanza che il poverino, per aver mentito troppo spesso, sia stato alla fine divorato. L’importante è che tra il lupo del grande prato e il lupo della grande frottola c’è un magico intermediario: questo intermediario, questo prisma, è l’arte della letteratura. Ogni grande scrittore è un grande imbroglione.
Vladimir Nabokov


Nell’inquietudine e nello sforzo di scrivere, ciò che sostiene è la certezza che nella pagina resta qualcosa di non detto.
Cesare Pavese


L’oggetto dell’artista è la creazione del bello. Che cosa sia il bello, è un altro problema
James Joyce


 “Ascolta attentamente. C’è una lontana possibilità che tu possa imparare qualcosa. Primo punto, non me ne frega niente se il mio lavoro è commerciale o no. Lo scrittore sono io. Se quello che scrivo è buono, allora le persone lo leggeranno. È per questo che esiste la letteratura. Un autore mette il suo cuore e le sue palle sulla pagina. Per tua informazione, un buon romanzo può cambiare il mondo. Tienilo bene in testa quando ti metti di fronte a una macchina da scrivere. Non perdere mai tempo in qualcosa in cui non credi neanche tu
John Fante


C’è chi passa la vita a leggere senza mai riuscire ad andare al di là della lettura, restano appiccicati alla pagina, non percepiscono che le parole sono soltanto delle pietre messe di traverso nella corrente di una fiume, sono lì solo per farci arrivare all’altra sponda, quella che conta è l’altra sponda.
José Saramago

AUTORI:






IMMAGINI:














Le immagini e le citazioni sono state raccolte sul web e si intendono proprietà dei rispettivi autori

Commenti

  1. Errore mio, ora dovrebbero esserci :-)

    RispondiElimina
  2. Sì! Eccole! Bellissime. Impegnativo come gioco, mettere insieme citazioni significative.

    RispondiElimina
  3. dovrebbe essere "visibile" o immaginabile un percorso tra le varie scelte - spero di esserci riuscito :-) -

    RispondiElimina

Posta un commento