364

Iu,
quannu mi siddiu,
acchiunu supra al cielo e ci lassu locchi
a fare  nuvole di pioggia, finu a murari,
oppure affunnu pi ciccari aria nuova
ne me pinseri, no me mari.  

Iu,
quannu mi siddiu,
mi fannu mali lossa e marrattu, nzavaniscu
e non cinnaiu paci.

E certo
iu,
quannu mi siddiu,
u sapissi chiddu ca cè di fari,
ma penso e ci ripenso e ancora
e ancora,
poi minni tonnu a dommiri
o a mangiari. 

Commenti

  1. Filosofico, molto dolce.
    Ma 365, poi 364... vuol dire uno al giorno? :)

    RispondiElimina
  2. Devo curarmi :-) Grazie Melusina :-)

    RispondiElimina

Posta un commento