"io, io quel che posso." di la pupa c'ha sonno

non è periodo per fiori finti. per amori finti. per finti complimenti, accondicendenze, turbamenti.
non so bene per cosa sia periodo, sinceramente, ma di certo non lo è per molte cose per cui lo è stato a lungo, un buon periodo.
per le patatine al gusto lime e pepe rosa, per cui vado matta e che tengo in credenza così ogni volta che la apro posso dirmi “brava aurora che non le mangi”.
per le ballerine, che indosso senza calze e poi viene il diluvio e io sono in giro con le ballerine, senza ombrello, senza meta e piena di freddo e bicchieri di Starbucks.
per i libri, che leggo così tanti fatti pubblici e privati online che la mia quota parole quotidiana l’ho già superata alle dieci di mattina.
per quel vestito bellissimo, perché se ai tu mi invitassi stasera a cena da Manna e lo indossassi, io avrei un vestito bellissimo e tu, tu i soliti jeans sfondati.
per quell’amore che chiunque vorrebbe, perché io un amore che chiunque avrebbe voluto l’ho già avuto, e amore sotto sotto non era. e quindi, se tanto me lo invidiereste, prendetevelo, è tutto vostro.

Fonte:  la pupa c'ha sonno

Commenti