Margaret Thatcher (Grantham, 13 ottobre 1925 – Londra, 8 aprile 2013)

 

Oggi mossi a barunissa e tutte le televisioni e le radio parranu di quanto era brava. Di quanto era decisa. Del bene che ha fatto.
Io me li ricordo bene quegli anni che ero caruso e tannicchia chiossai ottimista che si sà comè la gioventù che non ci sono compromessi e il domani è sempre chinu di speranze. E comunque questo non è importante che non era questo che volevo dire.
Io me li ricordo bene quegli anni e i disoccupati e i minatori che resistevano e i ferrovieri che ci tentavano e gli irlandesi che morivano di fame nel carcere.
Io me li ricordo bene quegli anni e lo so bene che tutto quello che è ora è iniziato da questa fimmina arrinisciuta: la scuola dei privati, la finanza che diventa il paradiso, la gente pigghiata a vastunati. 
No. Non mi parrati di cordoglio o di tristezza.
No. Non mi parrati di rispetto.
Qua nella storia raggiuni o torto cu vinci vinci e basta e magari diventa santo.

Commenti

  1. Anchio me li ricordo quei tempi, ero bambina e piú che gli avvenimenti (quelli li impari dopo) ricordo i telegiornali, l'atmosfera pesante, la tensione, la sofferenza le manifestazioni, gli scontri. Non brinderó alla morte di una donna ma certo non rimpiangeró la statista. Rispetto poi...

    RispondiElimina
  2. Naturalmente il mio era uno sfogo :-) non ne potevo più di apologie e santificazioni :-)

    RispondiElimina

Posta un commento