Parole con scie (incontri sulla poesia) - 4 -

C'è chi insegna
guidando gli altri come cavalli
passo per passo:
forse c'è chi si sente soddisfatto
così guidato.

C'è chi insegna lodando
quanto trova di buono e divertendo:
c'è pure chi si sente soddisfatto
essendo incoraggiato.

C'è pure chi educa, senza nascondere
l'assurdo ch'è nel mondo, aperto ad ogni
sviluppo ma cercando
d'essere franco all'altro come a sé,
sognando gli altri come ora non sono:
ciascuno cresce solo se sognato.

Danilo Dolci, Il limone lunare, Laterza,1970

Ho avuto la fortuna di assistere a delle lezioni del poeta Antonio Nesci; se la mia realtà didattica, in questo contesto, vive soprattutto nell'affidarmi a voci diverse dalla mia, la vera forza degli incontri di Nesci credo stia nel suo essere un magico affabulatore. Ho ascoltato poche sue lezioni, ma, naturalmente, ho seguito con estrema attenzione e voglia di imparare ogni suo gesto, ogni sua parola.
Far bottega... credo che nulla sia così importante come l'imparare a copiare a scuola. Fra tante, troppe, attività svolte penso sarebbe bello pensare a momenti in cui fosse possibile copiare platealmente. Copiare il famoso e il meno famoso, il facile ed il difficile, l'oscuro e l'incomprensibile, riscrivere  come giovani amanuensi ciò che si vuole, che si trova, che si ha. Affidarsi magari dapprima al casuale errore per approdare poi lentamente a un proprio stile. Assorbire, discostarsi, personalizzare.
Per questo, nelle mie "lezioni",  ho sempre pensato che il primo compito sia quello di leggere e soprattutto  far leggere poesie, tutte le poesie possibili nel tempo concesso,  ma magari di questo parlerò dopo... dicevo, invece, dei maestri e se Nesci è stato un esempio, arrivato però dopo il mio "battesimo" sul campo, la preparazione "teorica" dei miei incontri è nata soprattutto dall'incontro, anche questo successivamente "fisico", con Bruno Tognolini  e dalla lettura e rilettura di stralci di un incontro avuto da  Danilo Dolci. con alcuni studenti di un liceo siciliano.
Danilo Dolci e Peppino Impastato
Fonte: RadioMarconi


Commenti