- Riscoprire "l'ozio" - di Marina Piazza

Il tempo per sè non è un lusso,
ma una necessità
è lavoro dell'intelligenza

per elaborare l'esperienza personale
all'interno del prestissimo moderno

per instaurare un rapporto
con l'altro/a che non sia coatto
e costrittivo, ma nutritivo anche per sè

per stabilire un rapporto
con il proprio corpo e la sua voce

per frequentare sé stessi,
quando la scarsa frequentazione di sé s'è fatta stile di vita

per riscoprire "l'ozio"

Marina Piazza, I tempi e le forme del tempo per sé, Ferrara, 1996

Commenti