tivvù


Io ciò una televisione accussì nica che se vulissi viriri tutti i particolari facissi prima a immaginarmeli chiurennu locchi oppure a insistere putissi provare a appoggiare la faccia al vetro che poi però a farlo non virissi più niente lo stesso.
Di solito non ciarrivo a realizzarla questultima spittizza pecchè quando massetto a taliari non cinnaiu curiosità per le minchiate. In genere cambio canale in continuazione veloceveloce come quando ti corre dietro un cane arraggiato.
Questa cosa del cane mi capita a volte macari quando sogno oppure più spesso quando aspetto lautobbussu che ci sono tutte le macchine che passano e i cristiani che se ne vanno in giro. Forse per questo mi piace chiossai starmene infilato a casa.
Ecco però ora che ci penso mi piacissi avere tutti i giorni un telecomando a portata di mano.Per cangiare le cose che mi trovo davanti agli occhi. O macari per astutarle. Se capita.

Commenti