Vincenzo


Vincenzo sta all’ultimo piano. Vicino al cielo.
Quando era nico mi prendeva in giro e nacchiappavamo pecché mi scantavo adaffacciarimi al balcone e mi mettevo con le mani avanti per tenermi meglio.
"Non ce la faccio -ci dicevo- non ce la faccio"
Ora lui cià ancora due punti di un colpo di spada di zorro che ci resi nel braccio. Io invece il puttuso che mi fece la sua pistola a pallini.
Vincenzo è veramente un amico.
Oggi parte per andare a travagghiari al nord.
Ma io non lo voglio salutare.
"Non ce la faccio -ci dissi- non ce la faccio"

Commenti