Disertori


Canta mio figlio.
La sorella rincorre quel canto
danzando
cadendo
poi in volo riappare
ridendo a virare
sul volto che amo.
Quattro assenti dal mondo noi
quasi arcani minori
inciampiamo.

Commenti

  1. buono il ritmo e la melodia dei "ndo"; una finestra aperta, una speranza, una freccia puntata sul futuro non più sfiduciato; ogni tanto ci vuole, e perciò grazie
    Camillo

    RispondiElimina
  2. Sì, disertare a volte è necessario :-)Grazie Camillo :-)

    RispondiElimina

Posta un commento