Percorsi


Come cieco mi muovo
indagando sui volti,
sui corpi scordati
che trovo e combacio
in cerchi di note.

Edituo allora mi appaio,
di un tempio lontano.
Conducimi ad esso viandante:
Sii il mio cuore.
Conducimi ad esso viandante:
Sii la mia mano.

21 Dicembre 1999

Commenti