La legge è [quasi] uguale per tutti

Mi ero autoimposto il silenzio su questo periodo di immonde schifezze, ma...

VERGOGNA! VERGOGNA! VERGOGNA! VERGOGNA!

Commenti

  1. "la legge è (quasi) uguale per tutti"..Il QUASI ha preso il sopravvento :-(
    ...Mi associo, catro Dario, e come si può stare zitti?: VERGOGNA!
    Italia truffata, ricattata e sotto scacco..

    RispondiElimina
  2. Sì Frida, è un brutto momento :-(

    RispondiElimina
  3. non vorrei fare il pessimista della situazione, ma questo "momento" (ancorché brutto) mi pare abbia preso le caratteristiche di durata di un'era geologica, con buona pace dei pecoroni sordi e ciechi che persistono a fortissimamente volere la disintegrazione definitiva dell'Italia; forse ce lo meritiamo dal giorno che abbiamo abbandonato la zappa e abbiamo cominciato a giocare in borsa; ciò non toglie che mi girino le balle pure a me, ovvio, e che anch'io mi unisca al coro di V E R G O G N A ! ! !
    Camillo.

    RispondiElimina
  4. Una lunga discesa su una di quelle macchinine costruite dai bimbi, si aspetta la prima vera curva o, per i più ottimisti, un tratto di salita.
    Ciao Camillo :-)
    Dario

    RispondiElimina

Posta un commento