Il pregante interrogativo



Non riusciva proprio a crederci, eppure... ripensando a certe parole, allo strusciare casuale nei giorni di festa, al leggero tremolio di quelle mani quando la domenica sfioravano le sue... avrebbe dovuto capire, avrebbe dovuto intuire... ed ora? Non sapeva proprio cosa fare...
"Maria vieni è pronto"
La voce di sua madre la fece trasalire, rialzò in fretta gli slip e scappò in cucina.
"Cos'hai? Sei tutta rossa!"
"Credo di avere un po' di febbre"
"Vieni qui! Fai sentire. Ah! Benedetta figliola! Ti avevo detto di non uscire per Natale, magari è..."
"Ma mamma!"
"E sì, e sì... ne avrai tante di feste! Che vuoi che..."
"Non vedo niente di pronto"
"Non senti questo profumo? Guarda dentro il forno"
Il sorriso nascosto dietro quell'ultima frase le fece capire tutto; magari sottraendole il gusto della sorpresa ma, di certo, restituendole la fame.
"Don Aldo mi ha chiesto se di pomeriggio passavi per le prove"
"E' stato qui? Ma perché non mi hai..."
"Dormivi"
Maria abbassò il capo. Il pane caldo le bruciava le dita. Avrebbe deciso dopo, c'era tempo.

Commenti