Prossemica


Continui a parlar d’altro
ché questo è ciò che ci slega
ma stringi le dita
a catena
e ti accorgi
e riprendi del nulla a narrare
che passi l’attesa
il momento
la cenere fredda
dello stupore

30 Marzo 2001

Commenti

  1. "continui a parlar d'altro chè questo è ciò che ci slega"...
    " e riprendi del nulla a narrare che passi l'attesa il momento la cenere fredda dello stupore"..
    ...A volte..anche parlar d'altro...è più "morbido"...e lenisce...
    Ciao!

    RispondiElimina
  2. Si rimanda, sperando in miracolose scorciatoie :-)a volte però è il corpo a parlare
    Ciao :-)

    RispondiElimina
  3. è un po' che vieni dalle mie parti. Questa tua che trovo qui mi ha colpito. Il corpo è il primo colpevole.

    Buondì.

    RispondiElimina
  4. Avevo letto un tuo commento, avevo visto il tuo nome su altri blog che leggo, avevo - soprattutto- letto parte dei tuoi post e così ti ho "linkato"... e poiché sono un abitudinario :-) alcune operazioni giornaliere, come il visitare tutti i blog che "presento", mi portano spesso da te :-).
    Io invertirei il giudizio: il corpo è sempre innocente :-)

    Ciao, Dario.

    RispondiElimina

Posta un commento