[ Pubblico e Privato ] Teresa Ricciardi


9 Aprile 1969

Io giocavo con il pallone. Cerano Lucio, Nello, Paolo e Gianni e cera il supertell appena scoppiato. Non lo sapevo per davvero cosa significava morire.

Lucio era quello più magro, però lui mangiava come agli altri e quando passava la lapa con la frutta riusciva sempre a pigghiare qualche cosa per noi senza farsi vedere. Nello invece ciaveva già sette anni. Faceva le scuole e era il doppio di noi, anche se poi quando ci facevamo gli sghezzi di paura attaccava a chianciri come a una fimminedda. Gianni era ponchio come a mia, quasi insomma, un pò di meno pecchè quella mia il dottore aveva detto che era leredità di famigghia. Paolo non parrava. Ci taliava sempre muto e anche se ci facevi lo sgambetto nella partita lui non si lamentava, si vutava e ti dava tanti pugna che tu ti levavi il vizio. Anche quelli grandi lo lasciavano in pace che non ne volevano guai.

Alla radio avevano detto di questa morta e a noi non ce ne fotteva assai solo che lei si chiamava come la madre di Gianni e per questo cera stata tannicchia di discussione

"Pensa se era to o mà"
"No. Non può essiri. Idda non saffaccia mai picchì annunca mio padre ci rumpi lossa"
"E picchì?"
"Dice che ci taliano le cosce"
"Ma cui?"
"Ecchinnisacciu iu?"
"Però che cè di mali?"
"Bho! Iu a viru sempri nura"
"Però è tua madre"
"Certo"
"Perciò non vale"
"E picchì?"
"Bho! Iucamu va"
"Sì. Sì. Acchiappa acchiappa"
"No. A nascondino"
"Va bene. Però iu non mi mettu sutta"
"Nello cunta tu"
"Ma pecchè sempre io?"
"Picchì tu sai i numera"
"Non è giusto però"
"Forza. Però nammucciamu fino al palo che dopo non vale"
"1, 2, 3..."


Fonte immagine: http://www.lestintorecheamleto.net/ricciardi.htm

Commenti

  1. ci si resta un pò di più di un click....leggendo il tuo filosofare catanese..ti adoro!

    RispondiElimina
  2. Mi fai arrossire... ma son contento :-)

    RispondiElimina
  3. Il web é pieno di Dario D'angelo!
    Hai anche un fratello? o figlio?
    Artisti voi!
    ....leggendo,mipiaceannusareildittolubricatoin fessuratralenatiche...

    RispondiElimina
  4. Se ti riferisci alle immagini l'autore è mio fratello :-)
    A me leggendo piace fare altre cose chenesò... scaccolarmi o mordicchiare biscotti... ;-) ma non è leggermente scomoda la tua pratica :-P ?

    RispondiElimina

Posta un commento