"Perché coloro che non vedono vedano e quelli che vedono diventino ciechi"

Questo modo di fare
regale
sacrale
nel suo prendere in giro
ogni cosa
sperando
nel conto
che torni
alla vita
quella dei patti
degli anfratti sfuggiti
dell'attesa di un niente
che sia pure speciale
e che tarda
che tarda
negli occhi già chiusi.

Commenti

  1. Questo poi non potevo non leggerlo -mi piace. Ma li scrivi tu?
    Tra l'altro oggi -29 luglio, ancora da venire, ma vicino - è il mio compleanno. Tanti auguri, Ermione.
    Ciao Dario, perdonami, sono una pazzerella.

    RispondiElimina
  2. Sei giustificatissimo, grazie! Ma non mi hai detto niente di questi versi...

    RispondiElimina

Posta un commento